GUARD Z2

Il giusto compromesso

tra qualita' e compatezza

Il fototrappolaggio nell'ultimo decennio  ha conosciuto una rapida evoluzione tecnologica e un abbassamento dei prezzi che ne hanno permesso una rapida diffusione.

Agli inizi infatti ,le cifre esorbitanti e la qualita' mediocre le rendevano dei semplici strumenti di documentazione.

Ora invece grazie al mercato in espansione e alla globalizzazione e' possibile trovare fototrappole  per tutte le fasce

e per tutti i gusti.

Personalmente per la semplice documentazione mi sono sempre  limitato all'utilizzo di fototrappole commerciali economiche con una fascia  compresa tra i 50 e i 100 euro.

I nomi  sono diversi ma tutte sono accomunate dalla stessa tecnologia e dagli stessi bassi standard costruttivi e dei materiali.

Quando invece ho voluto portare  a casa un documento di  qualita' mi sono affidato  a dei sistemi professionali  come la reflex trap da me costruita.(vedi l' articolo qui)

Purtroppo esistono condizioni particolari in cui il suo ingombro e  peso diventano fastidiosi.

In quei casi allora  fare  affidamento  su qualcosa di piu' compatto pur mantenendo standard qualitativi alti sarebbe la soluzione ideale.

Anche su queste fascie piu' elevate il mercato propone diverse soluzioni e la maggior parte provengono da oltre oceano.

Penso alla browning o alla sthealtcam o alla bushnell che pur essendo un gradino migliori rispetto a quelle commercializzate su amazon  non garantiscono pero' la qualita' che paventano , per di piu' a prezzi che iniziano ad essere veramente esosi.

Anche qui parliamo di megapixel interpolati tramite algoritmi, con una decadenza della qualita' finale dei file.

Questo significa anche che qualora volessimo applicare un ritaglio ai nostri video o alle nostre foto avremmo una degradazione severa dell'immagine in quanto la stessa subisce una prima riduzione della qualita' gia'dalla scheda madre della fototrappola alla quale eventualmente si aggiunge quella da post produzione.

Anche l'utilizzo di materiali  sono  simili alle fototrappole piu' economiche con dettagli che lasciano spesso a desiderare e che mostrano i loro limiti  dopo qualche  sessione piu' impegnativa.

Infine si tratta di marche provenienti quasi tutte dall'estero (America la maggior parte)  e  tra spese di spedizione assistenza estera ecc raggiungono prezzi esorbitanti con servizi e garanzia piu' difficoltosi in caso di guasti .

Rimanendo in Italia invece la soluzione e' una sola ossia la Guard z2 dell'azienda italiana COMITEL srl  .

Questa soluzione presenta tutti i vantaggi di un prodotto che seppur impropriamente italiano

(infatti si tratta della owlzer z1 con sede in cina) garantisce assistenza e un impronta italiana nello sviluppo del software.

L'unica sostanziale differenza risiede nell'implementazione del software in italiano nella guard z2 che ad esempio permette di poter eliminare qualora si voglia i dati di registrazione della macchina insieme ad altre funzioni(vedi in figura sotto)

Un lavoro che a prima vista sembrerebbe cosa da poco ma sicuramente un elemento

in piu' che  l'ha fa preferire alla z1 a parita' di prezzo e che ha richiesto agli sviluppatori 6 mesi di lavoro extra.

A questo si aggiunge  l'assistenza e la garanzia italiana di 2 anni per i privati senza partita iva e 1 anno per i professionisti  con partita IVA e l'assistenza anche telefonica di personale altamente qualificato come il Sig. Ettore Centofanti responsabile dell'unica azienda che  la commercializza in esclusiva per l'Italia ossia la  CO.MI.TEL srl

SPECIFICHE TECNICHE

Sicuramente la guard z2 e' destinata ad un  uso professionale o  agli amatori evoluti.

Mi preme ancora sottolineare che questa trail cam  garantisce REALMENTE 

(a differenza di altre) le caratteristiche tecniche descritte ossia:

Sensore Panasonic da 1/2.33 pollice da 16mpx reali (e non interpolati) .

Risoluzione configurabile nelle app OWLZER:
1440P a 30fps di giorno e 10 fps di notte 
1080P a 30fps
720P a 30fps
Lunghezza dei videoclip configurabile: 10s, 30s, 60s

Immagine16 Mpx (4608 x3456) solo per foto
8 M (3840 x 2160) per la fotografia e la registrazione video
Scatto simultaneo di sigle e modalità di scatto doppio / triplo

                                                                              In figura il sensore panasonic da 1/2 pollice e non da 1/4 come nelle convenzonali fototrappole.

 

 

Angolo di campo della lente di 112°reali che permettono di sorvegliare un ampia zona .

Angolo di rilevamento pir 90°e possibilita' di regolarne la sensibilita'.

Minima distanza di messa a fuoco di 40 cm: questo permette grazie anche alla sua silenziosita' di ottenere delle splendide immagini ravvicinate con effetto grandangolare e risaltarne i dettagli .

Apertura diaframma 1.8 che permette di ottenere immagini a colori anche con pochissima luce prima ancora che la macchina entri in modalita' notturna IR.

Qualita video fino a 1440 a   a 30 fps con una fluidita' eccezzionale.

Questo permette di poter effettuare degli zoom fino a  2x in post produzione, mantenendo un dettaglio notevole e un ingrandimento dei soggetti . Inoltre comoda anche la possibilita' di  estrapolare  frame con una risoluzione di 2560x1440 .

Trigger time 0.6 sec con sensibilita' regolabile  .

Micro-Sd fino a max 64gb

Microfono alta' qualita' integrato per audio nitidi .

IR FLASH 940NM portata 20m autoregolabili.

Batteria litio ricaricabile da 2200mha 7.4 v che permette un grosso risparmio di denaro e una maggiore praticita'.

Il suo comodo caricatore ,la batteria di riserva compresa nel kit sono di una praticita' che si apprezza sin da subito.

La batteria a litio garantisce una buona autonomia (che in realta' sto ancora testando per via dei cicli  ) ma bisogna considerare tutti i fattori che possono influire sulla  durata, come condizioni di luce, temperatura, qualita' dei video ,modalita' di lavoro ecc,false attivazioni trigger ecc

Quindi per  sessioni lunghe ( mesi o settimane) sono magari consigliabili le batterie esterne al pb da 12 v per le quali la fototrappola ha in kit l'apposito cavo di collegamento.

Per sessioni piu' brevi di qualche giorno le batterie in dotazione vanno benissimo .

Infin eutile risulta la possibilita' di registrare le coordinate gps.

 

QUALITA' e AFFIDABILITA' dei COMPONENTI

Gia' ad un primo contatto si apprezzano le finiture e la bonta' del prodotto e dei materiali adoperati.

La guard z2  presenta una scocca in alluminio con una texture mimetica che la rende veramente accattivante e facile da mimetizzare sul campo.

La lente frontale della fotocamera  invece e' protetta da un vetro trasparente di policarbonato appositamente progettato, che presenta nella parte interna una pellicola nera antiriflesso presente  anche negli illiminatori IR .

Una differenza non da poco se si pensa che nelle fototrappole comuni  viene utilizzata plastica o pessimo pexiglass che inficia ulteriormente la gia' cattiva qualita' delle immagini.

L'unico sportellino  per l'accesso alla scheda mini-sd e alla batteria si trova nel vano inferiore.

Questo da solo e' garanzia di impermeabilita' della stessa in quanto  riduce al minimo la possibilita' di infiltrazioni dall'esterno da altre vie d'accesso.

Lo sportellino e' molto resistente in quanto ottenuto artigianalmente da un unico pezzo di alluminio  , e che da solo vale quanto la plasticosa scocca  di una normale fototrappola cinese.

Il suo fissaggio viene garantito da una  vite cerniera piu' spessa di quelle comunemente usate che garantisce stabilita' e durata .

Inoltre e' provvisto nella parte interna  di una guaina (gomma forse)  che  rafforza ulteriormente  l'impermeabilita' secondo la certificazione ip67 .

Di solito gli sportellini delle fototrappole insieme alle clip di chiusura e al vano batteria sono il tallone di achille , perche' dopo lunghi periodi tendono a rompersi o comunque  ad usurarsi tanto da renderle inservibili.

In questo caso invece si percepisce il senso di solidita' e la qualita' costruttiva.

Il tempo spero mi dia ragione.

La scocca finale viene ottenuta da due meta' con doppio rivestimento OR  secondo certificazione ip67 tenute assieme da  viti misure 3x11mm  lungo il perimetro.

 

 

 

 

 

 

 

I sensori IR a 940nm sono situati ai lati rispetto alla lente centrale.

Una novita' che presentano i sensori IR sono i dissipatori di calore che consentono l'abbassamento della temperatura dei componenti elettrici  evitando un surriscaldamento e un malfunzionamento degli stessi .

Sono formati da 3 led  montati su una telaio di alluminio e con una portata di funzionamento dichiarata di 20 metri.

Inoltre anche gli illuminatori IR presentano una pellicola nera antiriflesso molto utile per evitare falsi trigger.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sensore IR 940nm vista laterale    a                                                                           Sensore IR 940nm vista laterale b

 

 

La slot per la batteria cosi come quella per il modulo 4g e' provvista di 2 clip che ne permettono la messa in sicurezza e il blocco.

La fototrappola come si e' capito non e' provvista di un display lcd in quanto utilizza il modulo wi-fi tramite un apposita applicazione scaricabile da google store ( owlzer z1) che permette di visualizzare tutto sul proprio smartphone.

Il modulo wifi garantisce un segnale  fino a 40 m senza grossi ostacoli .

Sulla parte superiore e' presenta  un antenna per il modulo 4g che io comunque non ho acquistato ma che sicuramente avra' il suo ottimo utilizzo.

Magari in futuro potrei farci un pensierino.

Mi preme sottolineare anche la cura  e la scelta dei materiali per il cablaggio dei vari componenti elettronici.

Sicuramente cose che non ho mai notato  nelle convenzionali fototrappole.

TEST

DI POSIZIONAMENTO SUL CAMPO

La prima nota a favore della guard z2 e' sicuramente la praticita' di posizionamento che offre, grazie al modulo wifi e alla app in dotazione che consentono di visualizzare sullo smartphone l'inquadratura e impostare cosi' i parametri di ripresa.

Poter fare affidamento su questa tecnologia sicuramente ha dei vantaggi non indifferenti in quanto permette una maggior cura nella composizione delle riprese con molta piu' rapidita' e precisione.

Inoltre la possibilita' di lasciare in sito la fototrappola senza rovinare l'inquadratura e cambiare la scheda e la batteria con poche semplici mosse non ha eguali.

Ricordo che per poter utilizzare la connessione wifi la guard z2 richiede anche l'attivazione del modulo gps sul proprio smartphone.

Altro punto a favore e' la posizione del sistema di fissaggio per il monopiede.

Nelle altre fototrappole  era posizionato sotto il vano batterie e rendeva  molto difficoltoso sia il cambio della scheda che quello delle stilo.

Nella guard z2 invece  il sistema di installazione del monopiede si trova sulla parte posteriore della scocca permettendo ampi margini nel cambio scheda o della batteria.

Novita' anche nel supporto snodabile compreso nel kit.

La prima sicuramente nelle dimensioni.

Considerate  quelle della guard z2 sembra una scelta

scontata se non doverosa.

Inoltre la vite di aggancio dello stativo  presenta

 una guaina di gomma trasparente

che funge da protezione qualora si forzasse la mano

durante l'avvitamento alla fototrappola.

Sicuramente un utile  accorgimento.

Il sistema di fissaggio regge tranquillamente il peso

della guard z2 garantendo stabilita' e resistenza .

Altra nota a favore e' la praticita' delle batterie litio che vengono fornite con il pratico caricatore e che permettono di ridurre costi , impatto ambientale e denaro.

Utilizza delle batterie litio ricaricabili da 7.4v 2200mha che garantiscono un voltaggio sempre  adeguato, a differenza delle stilo ricaricabili delle vecchie fototrappole, che avendo un voltaggio di 1.2v presentavano diversi problemi di autonomia sopratutto di notte con lo status delle batterie eternamente a meta'.

Nel kit sono comprese due pezzi che garantiscono un ricambio facile e veloce nelle sessioni fotografiche.

In questo modo  viene anche meno un problema che nelle fototrappole comuni riscontravo spesso, ossia una rottura delle molle dell'anodo che con il tempo tendevano a piegarsi e infine a rompersi, costringendomi ad utilizzare necessariamente l'alimentazione esterna.

Con le batterie a litio questo annoso problema non esiste piu'.

Passiamo ora ad una precisazione sul modulo wifi.

La connessione come detto permette di visualizzare in real time sul proprio smartphone le immagini con una piccola accortezza.Qualora durante la connessione non venissero rilevate attivita'da parte dell'operatore la connessione si interrompe dopo circa 5-10 minuti e per poterla riavviare e' necessario riavviare  la fototrappola.

In realta' si tratta di un modo che preserva il consumo della batteria.

A questo limite volutamente imposto al modulo wifi rimedia il modulo 4g che offre invece  la possibilita' di collegarsi anche a distanza , cambiare  i parametri ,effettuare  il download ,scattare delle estemporanee ecc senza limiti di tempo nella connessione .

Ricordo che per poter utilizzare il modulo wifi e' richiesta una registrazione solo la prima volta , e permette di usare la fototrappola solo a chi autorizzato tramite account sulla app.

Nel kit e' presente un manuale che spiega passo passo la procedura rapida e indolore.

Il manuale viene fornito in italiano in formato pdf tramite cd-rom e cartaceo in inglese.

Una accortezza inoltre va tenuta ad ogni sessione fotografica.Ossia formattare sempre la sd card direttamente sullla fototrappola .Questa e' una regola che vale per tutte le fototrappole.

TEST

VIDEO E FOTO

Nel mio caso ho voluto testare la fototrappola presso un pozza di acqua frequentata da numerosi passeriformi e anche da rapaci.

Per apprezzarne la qualita' descritta l'ho volutamente posizionata ad una distanza tra i 60 e 35 cm dal soggetto.

Nelle prove ho notato che la messa a fuoco avviene correttamente gia' da 40 cm all'infinito.

Questa peculiarita' le permette di essere unica se si considera ad esempio che la bushnell  permette riprese macro ma necessita' di una lente addizionale per farlo, perdendo pero' la maf ad infinito.

La guard z2 invece e' rivoluzionaria da questo punto di vista.

Registrando a 2.5k reali inoltre ci si puo' spingere in post produzione a crop anche di 2x conservando qualita' nei dettagli e microcontrasto .

I colori inoltre sono molto fedeli senza dominanti  anche in condizioni di luce estreme.

Il diaframma 1.8 permette  delle riprese luminose e di qualita' anche in condizioni di luce scarsa e avversa ritardando di molto l'attivazione della modalita' IR.

Ecco due esempi in cui la fototrappola e' stata posizionata ad una distanza tra i 50 cm e 100 cm circa dal soggetto.

Lo zoom in post produzione non impedisce  di mantenere una qualita' accettabilissima.

Nel secondo video inoltre si vede al minuto 1.21 sec come il merlo ad un certo punto  si trovi a 30 cm circa dalla fototrappola che comunque riesce a mantenere una buona messa a fuoco sul soggetto. 

I video  alla massima risoluzione hanno una grandezza di 120mb per 60sec mentre le foto alla massima risoluzione  raggiungono i 10mb.

Dunque se non si vuole riempire presto la scheda e' consigliabile utilizzare sd da 64gb che e' il range massimo che regge la fototrappola.

Buono anche l'audio che permette chiaramente di riconoscere i suoni anche in lontananza.

Noterete in prossimita' dello passaggio  giorno/notte un lieve calo di nitidezza nelle immagini a colori.

Questo e' fisiologico in quanto in quelle condizioni in cui le altre fototrappole tenderebbero  ad attivare la modalita' IR  la guard z2 mantiene attiva la modalita' colori anche con luce scarsissima.

Da questo ne risulta che i colori (ancora attivati dalla fototrappola) risulteranno un po' privi di dettagli per la mancanza di luce ambinete .Ecco un esempio qui.

In notturna la guard z2 se la cava egregiamente sia nel reparto foto che video.

I led utilizzano una regolazione intelligente della potenza che permette una corretta esposizione a seconda della distanza  del soggetto.La distanza  coperta dichiarata e' di 20 m ma il flash 940nm da il massimo sino ad una distanza di 8m a mio avviso.

I video in 2.5k sono a 10fps reali ma con una buona fluidita'senza scatti 

Si nota da subito l'assenza di rumore digitale  che invece sulle fototrappole commerciali e' sempre presente e fastidioso.Una pulizia nei video che sicuramente e' merito del sensore da 1/2 pollice.

Anche qui vale la regola della distanza del soggetto da riprendere per cui sulle brevi distanze il dettaglio rimane altissimo.

L'autonomia della batteria  dipende sempre da molte variabili .

Diciamo che anche con la guard z2 siamo nella media con il vantaggio pero' di ottenere dei video di altissima qualita'.

Anche nel reparto foto se la cava egregiamente.

Con il suo sensore da 1/2.33 pollici e i suoi 16mpx la guard z2 permette fotografie di qualita' che ne catturano i dettagli sopratutto di giorno.

Inoltre anche i video in 2.5k permettono di estrapolare dei fotogrammi di buona fattura .

La prima una foto scattata dalla guard z2 .

Sotto un fotogramma estratto da un video girato in 2.5k a 30fps.

Come si puo' notare la qualita' considerate le dimensioni del sensore ottico sono di gran lunga superiori alle fototrappole di bassa fascia che montano sempre sensori di 1/4.

Ovviamente preme sottolineare che il dettaglio dipende anche dalla distanza del soggetto dalla fotocamera e dal fatto che nella guard z2 non venga fatta nessuna interpolazione.

Nelle foto di esempio siamo ad una distanza di circa 50cm in media, con un soggetto di 30 cm circa per cui si puo' apprezzare il massimo del dettaglio .

Alla fine dopo averla analizzata  da vicino  e testata direttamente sul campo mi sentirei sicuramente di consigliarla a chi come me e' alla ricerca di video professionali .

La guard in alcune circostanze puo' andar bene anche per le foto a patto che non si abbiano grandi pretese.

La qualita' video affiancata a tutti questi piccoli accorgimenti (dei quali sentivo l'esigenza) mi hanno spinto all'acquisto.

Penso alla doppia e pratica batteria ricaricabile a litio , alla possibilita'di togliere il datario sulle immagini , alla possibilita' di estrapolare dei fotogrammi di qualita' dai video , alla connessione wifi e all'apposita app , all'utilizzo di materiali di qualita', unite a tutte gli optional che si possono trovare in una normalissima fototrappola e ad una qualita' video realmente fedele alle caratteristiche tecniche riportate senza uso di interpolazioni e algoritmi.

Ritrovarsi tra le mani un oggetto che mantiene le promesse sicuramente sortisce i suoi effetti.

Dopo 15 anni di fototrappole e averne provate un gran numero devo dire che con la guard z2 si e' riusciti a creare un connubbio perfetto tra qualita' e compatezza che molti come me andavano cercando da tempo.

DOVE COMPRARE LA GUARD Z2

La guard z2 in Italia viene venduta in 2 versioni 

wifi e 4g wifi comprensivi di

  • doppia batteria litio

  • cavetto per l'alimentazione esterna 

  • scheda mini sd con adattatore

  • manuale cartaceo in lingua inglese

  • cd con manuale italiano e istruzioni per app

  • mini stativo con viti

  • cintura per fissaggio

  • modulo 4g per la versione 4g wifi

In Italia la vendita e' esclusiva per la COMITEL srl a questo indirizzo web

https://www.comitel.net/sicurezza/strumenti-foto-video-portatili/   

 

oppure contattare il responsabile vendite in Italia alla mail

ettore.centofanti@comitel.net

 

con il responsabile sign Ettore Centofanti professionale cortese e altamente disponibile .

Sul mio canale youtube sono disponibili altri video con questa fototrappola.

https://www.youtube.com/channel/UCh46u-8YASA5en-kiGxjwpA

Se l'articolo vi e' stato utile e avete delle domande utilizzate l'apposito area sottostante.

Contattaci

Maurizio Biasco all reserved